Concessione voucher in tema di digitalizzazione – Anno 2019

33 Views

Al via il nuovo bando per la concessione di voucher alle micro piccole e medie imprese per interventi in tema di digitalizzazione.

Le richieste di voucher possono essere presentate dal 7 gennaio al 15 ottobre 2019, per interventi riconducibili a percorsi formativi e/o servizi di consulenza sulle nuove competenze e tecnologie digitali.

Il percorso formativo e/o il servizio di consulenza devono essere realizzati a partire dal giorno successivo la presentazione della domanda e fino al 31 dicembre 2019.

Dotazione finanziaria € 350.000,00.

Le informazioni riportate in questa pagina costituiscono un estratto di quelle contenute nel regolamento. Per conoscere in maniera esaustiva le procedure di assegnazione del voucher, i soggetti ammessi ed esclusi, etc., si invita a consultare la versione integrale del regolamento scaricabile da questa pagina.

 

Chi può partecipare al bando?


Per partecipare al bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve MPMI) devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona;
  • essere attive;
  • essere in regola con le iscrizioni al Registro delle Imprese e/o REA e agli Albi, Ruoli e Registri camerali, obbligatori per le relative attività;
  • non essere sottoposte a procedure concorsuali di cui al R.D. 16/03/1942, n. 267 o a liquidazione e non trovarsi in stato di difficoltà ai sensi della Comunicazione della Commissione Europea 2014/C249/01.

Periodo di apertura del bando

Le domande devono essere inviate esclusivamente in modalità telematica dalle ore 8:00 del 7 gennaio 2019 alle ore 21:00 del 15 ottobre 2019, per percorsi formativi e/o servizi di consulenza focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali realizzati a partire dal giorno successivo la presentazione della domanda fino al 31/12/2019.

 

Azioni e contributi previsti


Gli interventi ammessi a voucher devono essere riconducibili a percorsi formativi e/o a servizi di consulenza focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, in attuazione della strategia Impresa 4.0, anche con riferimento all’utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della Legge 11 dicembre 2016 n. 232.

Il percorso formativo dovrà avere una durata minima di 40 ore. Ai fini dell’erogazione del voucher il destinatario dovrà frequentare almeno l’80% del monte ore complessivo.

I fornitori dei percorsi formativi dovranno essere:

  • Agenzie formative accreditate dalle Regioni;
  • Università e Scuole di Alta Formazione italiane in possesso del riconoscimento del MIUR;
  • Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Impresa 4.0 come definiti dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 22 dicembre 2017.

Il costo minimo del percorso di formazione oggetto del voucher deve essere di almeno € 300,00(esclusa Iva e altri oneri di legge). Non saranno concessi voucher per corsi di formazione di costo inferiore.

L’investimento minimo del servizio di consulenza dovrà essere pari ad almeno € 2.000,00 a copertura delle spese sostenute (al netto di IVA e altri oneri di legge).

In ogni caso, sia per il percorso di formazione che per il servizio di consulenza, l’impresa potrà ottenere un voucher di importo massimo pari al 50% delle spese ammissibili ed effettivamente sostenute fino al valore massimo di contributo totale pari ad € 10.000,00.

Qualora l’impresa richiedente risulti iscritta nell’elenco del “Rating di Legalità” verrà, altresì, riconosciuta una premialità pari ad € 100,00.

Ciascuna impresa può presentare un’unica richiesta di voucher.