Incentivi per l’innovazione tecnologica – Anno 2019

98 Views

Il Bando “Incentivi per l’innovazione tecnologica” è studiato per sostenere ed incentivare la competitività delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Verona, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica. Le domande devono essere presentate, esclusivamente in modalità telematica, dalle ore 8:00 del 9 settembre alle ore 21:00 del 16 settembre 2019.

Tipologia di investimenti ammessi

Gli investimenti ammessi a contributo per entrambe le Misure dovranno essere riconducibili a:

  • inserimento di metodologie di progettazione automatica collegata col processo produttivo (CAD);
  • inserimento di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore (CAM);
  • inserimento di metodologie di controllo globale della qualità del prodotto;
  • inserimento di nuove tecnologie all’interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi;
  • rinnovo per l’ammodernamento di macchinari ed impianti tecnologici con esclusione degli impianti previsti dall’articolo 1 del D.M. 37/08(1);
  • inserimento di sistemi informatici e di telecomunicazione innovativi, esclusa la creazione di siti Internet e l’applicazione della normativa sulla privacy;
  • installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza) – tali investimenti non sono soggetti all’esclusione di cui all’articolo 1 del citato D.M. 37/08;
  • inserimento di soluzioni per la mobilità sostenibile, ivi compresi i punti di ricarica auto o bici elettriche.
  • Misura A: € 1.300.000,00, per investimenti da € 5.000,00 (al netto di iva ed eventuali altre imposte e tasse) ad € 29.999,99 (al netto di iva ed eventuali altre imposte e tasse);
  • Misura B: € 400.000,00, per investimenti da € 30.000,00 (al netto di iva ed eventuali altre imposte e tasse) in poi (nessun limite massimo di investimento).

Sono esclusi:
– gli investimenti effettuati in leasing e in altre forme assimilabili al contratto di locazione;
– gli investimenti in beni usati.

Soggetti beneficiari

Microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve MPMI) aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona.

Spese

Potranno essere ammesse a contributo solo le spese fatturate e quietanzate a partire dal 17 settembre 2019 fino al 2 marzo 2020. Non saranno prese pertanto in considerazione fatture o acconti datati precedentemente al 17 settembre 2019.

Ammontare del contributo

  • per la Misura A: sarà concessa a titolo di contributo una somma rispettivamente pari al 20% se micro o piccola impresa, e al 10% se media impresa, delle spese ammissibili (al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse) relative all’attuazione di una o più iniziative di cui all’art. 3;
  • per la Misura B: sarà concessa a titolo di contributo una somma rispettivamente pari al 18% se micro o piccola impresa, e al 9% se media impresa, delle spese ammissibili (al netto dell’IVA e di eventuali altre imposte e tasse) relative all’attuazione di una o più iniziative di cui all’art. 3, con un massimo di € 12.000,00 per impresa. Qualora l’impresa richiedente risponda ai criteri di impresa femminile (individuati dall’art. 53 del D.Lgs. 11 aprile 2006, N. 198) (3) o giovanile (4), la somma concessa a titolo di contributo potrà raggiungere l’importo massimo di € 13.500,00 per impresa.

Il costo complessivo dell’investimento (iva esclusa) su cui l’impresa richiede il contributo dovrà corrispondere all’importo totale del preventivo/dei preventivi presentato/i (iva esclusa). Non sarà possibile, pertanto, richiedere il contributo solo su una quota parte dell’investimento complessivo.

Presentazione domande

A pena di esclusione, le domande di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, dalle ore 8:00 del 9 settembre 2019 alle ore 21:00 del 16 settembre 2019.